LA DANZA DI PIUMINO

Una danza di cerchio e di saluto per iniziare il nostro incontro ludico, per creare un clima di serenità, accoglienza, sicurezza, fiducia, divertimento e per sentirsi parte del gruppo. Per educare all’ascolto e sviluppare la capacità di ritmo.

Giocatori: da 2 a 12.

Materiale: cassa per diffondere la musica (meglio con bluetooth) – smartphone – gessetti (o cerchi).

Per ascoltare il brano: You tube Spotify 

01

Prepariamo il gioco

Ascoltiamo e proviamo a casa la danza assieme ai familiari. Invitiamo i nostri amici e amiche  al parco, al  giardino, in cortile, a scuola per realizzarla insieme.

02

Campo di gioco

Disegniamo 6 cerchi di circa 1,5 m di diametro, distanziandoli di 3 m l’uno dall’altro.

Con un maggior numero di partecipanti, ad esempio 12,  formiamo due gruppi di 6 bambini ciascuno (per facilitare il distanziamento durante il movimento).

03

Regole di gioco
  • Seduti in cerchio. Raccontiamo ai bambini che Piumino è un piccolo pettirosso, saltellante e felice, amico dello gnomo Mirtillo.
  • Ascoltiamo il brano “La danza di Piumino” che inizia con una voce narrante e con i “trilli” del flauto che interpretano il canto di Piumino (00-36”). Segue un breve dialogo tra il flauto e il pianoforte e poi inizia il tema che è una parte musicale di danza, della durata di tre misure, ciascuna di otto tempi (il tutto si ripete una seconda volta).
  • Iniziamo, in piedi, sul posto: con i trilli iniziali muoviamo mani e braccia e facciamo piccoli salti come il pettirosso Piumino che si agita sul ramo e salutiamo i nostri  compagni di gioco.
  • Con il tema musicale usciamo dal cerchio e camminiamo ritmicamente intorno ad esso, mimando con gesti delle braccia il volo del pettirosso. Al termine della frase ritorniamo all’interno del cerchio e ripetiamo i saluti.
  • Con la seconda parte della danza usciamo dal cerchio e invertiamo la direzione del girotondo e concludiamo ritornando dentro il cerchio.

04

Varianti
  • Per i più grandi: con la seconda parte della danza lasciamo la nostra postazione per raggiungere quella successiva, dove continueremo a girare intorno per poi fermarci all’interno al termine del brano.

05

Esempi di adattamenti per bambini con disabilità

Visiva

Far esplorare e riconoscere lo spazio del gioco (al posto del cerchio disegnato utilizziamo le funicelle). Sistemare tra un cerchio e l’altro impronte sensoriali di colori sgargianti per sollecitare il bambino ipovedente ad osservare e discriminare. I compagni legano sulla loro maglia un campanellino (o al polso), al fine di segnalare il loro movimento nello spazio.L’accompagnatore guiderà l’azione cantando la melodia. Spiegare continuamente l’azione per infondere fiducia ed evitare preoccupazioni.

Uditiva

Avvicinare l’allievo al diffusore acustico. Utilizzare, rafforzare la comunicazione non verbale (mimica facciale, gesti, azione lenta del labiale) e il contatto visivo. Sostenere il tempo con il battito dei piedi  (al chiuso) per rendere percettibili le vibrazioni al suolo. Battere il ritmo sulla spalla.

Motoria:

In base alle caratteristiche e alle potenzialità. Favorire la posizione del corpo e le posture (se lascia la carrozzina, ad esempio), sistemando un materassino, con eventuali supporti, per consentire movimenti al suolo. Valutare eventuali difficoltà del controllo motorio (equilibrio, impossibilità o riduzione di movimento di una parte del corpo, difficoltà nella coordinazione). Utilizzare eventuali sostegni deambulatori.

Intellettiva

Favorire l’ascolto scegliendo spazi senza riverberi e privi di rumori di sottofondo che possono confondere la percezione e diminuire attenzione e concentrazione. Chiarire l’obiettivo dell’attività, attraverso la narrazione, favorirà la comprensione del compito. L’insegnante esegue i movimenti della danza. Tutti cantano la melodia della danza con un ritmo più lento. Accompagnare con azioni rallentate in sincronia con la voce. Nel caso di autismo, la ripetizione ritmica di gesti e azioni possono avere esiti rassicuranti.

 

Sicurezza anti-Covid19

  • Utilizza il Kit sicurezza
  • Rispetta le regole antiCovid19
  • Rispetta la suddivisione degli spazi
  • L’educatore ha il compito di guidare i bambini nell’ascolto e nella danza.
  • I bambini potranno muoversi all’interno del cerchio e intorno ad esso.